Santa Sede: accordo per “sradicare” schiavitù e tratta entro 2020

Città del Vaticano – “Sradicare la schiavitù moderna e la tratta di esseri umani in tutto il mondo entro il 2020”: è l’obiettivo di un accordo rivoluzionario annunciato oggi in Vaticano. Questo accordo – “senza precedenti”, riferisce la Sala stampa della Santa Sede – tra i rappresentanti delle principali confessioni religiose inaugura il Global Freedom Network (Gfn) che ha come partner principale anche la Walk Free Foundation. Il memorandum di intesa e la dichiarazione comune che istituisce il Global Freedom Network ha avuto i seguenti firmatari: per conto del Papa, monsignor Marcelo Sánchez Sorondo, cancelliere della Pontificia Accademia delle Scienze e della Pontificia Accademia delle Scienze Sociali; per conto del grande Imam di Al Azhar, Egitto, Mahmoud Azab; per conto dell’arcivescovo di Canterbury, Justin Welby, David John Moxon, suo rappresentante presso la Santa Sede; per conto della Walk Free Foundation il fondatore, Andrew Forrest. “La dichiarazione comune resa dai firmatari del Global Freedom Network – si legge nel comunicato – ha evidenziato la violenta capacità distruttiva della schiavitù moderna e della tratta di esseri umani e ha invitato le altre chiese cristiane e confessioni religiose del mondo a intervenire”. Il Global Freedom Network è un’associazione aperta e altri leader spirituali saranno invitati a aderire a questa iniziativa e a sostenerla.