Venerdì 19 Ottobre 2018
Migrantes online
Fondazione Migrantes
 Migrantes online - Archivio articoli - 2014 - novembre 2014 - 27 novembre - Immigrati: la difficoltà nell’acquistare farmaci 
Giovedì 27 Novembre 2014 13:33

Immigrati: la difficoltà nell’acquistare farmaci   versione testuale
Nel 2014 globalmente la popolazione assistita dal Banco Farmaceutico è composta soprattutto da soggetti immigrati (60,2%) e in misura inferiore da italiani (39,8%). Cambia dunque il trend che negli ultimi due anni aveva visto una presenza maggioritaria italiani. E' questo il dato emerso dallo studio dell'Osservatorio sulla Donazione dei Farmaci del Banco Farmaceutico Onlus svolto in collaborazione con un comitato scientifico composto da Acli, Caritas Italiana, Ufficio per la Pastorale della Salute della Cei e dall'Unitalsi e pubblicato nel Report “Donare per curarsi”. Tale differenza è più sfumata al Nord e si accentua nelle regioni italiane centrali. I dati evidenziano che in tutte le aree geografiche gli assistiti sono prevalentemente adulti (59,3%), mentre sono meno numerosi i bambini (22%) e gli anziani (18,7%).
Soprattutto sono dispensati i farmaci per l'apparato respiratorio (20,5 dosi giornaliere), seguono i medicinali per il sistema gastrointestinale e il metabolismo, per l'apparato cardiovascolare, gli antimicrobici e gli antinfiammatori/antipiretici.
stampasegnala