Sabato 20 Gennaio 2018
Migrantes online
Fondazione Migrantes
 Migrantes online - Archivio articoli - 2018 - Gennaio 2018 - 9 gennaio - Don De Robertis: alcuni dati sull'immigrazioni in Italia e l'emigrazione degli italiani all'estero 
Martedì 9 Gennaio 2018 17:00

Don De Robertis: alcuni dati sull'immigrazioni in Italia e l'emigrazione degli italiani all'estero   versione testuale
Roma - Nel mondo sono circa un miliardo le persone in movimento – quasi un essere umano su sette – se contiamo anche i 700 milioni di migranti interni, oltre i 250 milioni di migranti esteri e gli oltre 68 milioni di migranti forzati a causa di guerre, persecuzioni, disastri ambientali. Soprattutto quest’ultimo numero – ha detto questa mattina il Direttore Generale della Fondazione Migrantes, don Gianni De Robertis intervenendo alla conferenza stampa di presentazione della Giornata Mondiale del Migrante e del Rifugiato - ci dice “il dramma che l’umanità sta vivendo, ‘una terza guerra mondiale a pezzi’, e il perché Papa Francesco, come lui stesso ricorda all’inizio del suo messaggio, torni così frequentemente sul tema dei migranti”. Il sacerdote ha sottolineato che “quando si parla di migranti in Italia il pensiero va subito a quanti sbarcano sulle nostre coste, ai tanti immigrati presenti nelle nostre città, ecc.”.  Don De Robertis si è soffermato  sui nostri connazionali all’estero evidenziando che dal 2006 al 2017 la mobilità italiana è aumentata del 60,1% passando da poco più di 3 milioni a quasi 5 milioni di iscritti all’AIRE. Al 1 gennaio 2017, infatti, gli italiani residenti fuori dei confini nazionali e iscritti all’Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero (AIRE) erano 4.973.942, l’8,2% degli oltre 60,5 milioni di residenti in Italia alla stessa data. “Chi parte oggi  si trova spesso ad affrontare le stesse difficoltà (lavoro nero, sfruttamento …) e le stesse accuse (tolgono il lavoro ai residenti, mettono in pericolo i diritti acquisiti accettando paghe più basse, sono pericolosi e inclini alla delinquenza) che gli immigrati devono affrontare nel nostro Paese, ha detto il direttore Migrantes che parlando della presenza degli stranieri in Italia ha evidenziato che “contrariamente al luogo comune che vede l’Italia soggetta ad una invasione, da qualche anno il numero degli immigrati è sostanzialmente stabile e si aggira attorno ai 5 milioni, all’incirca lo stesso numero degli italiani all’estero. Tuttavia questo numero apparentemente stabile nasconde significativi flussi di ingresso e di uscita”.
 
stampasegnala